LECTIO-SEMINARIO di LINGUA E TRADUZIONE FRANCESE

LA TRADUZIONE LETTERARIA: QUESTIONI DI METODO E DI STILE

30 novembre 2019 – SCUOLA SUPERIORE PER MEDIATORI LINGUISTICI “NELSON MANDELA” – sede di Matera

L’incontro intende presentare un ciclo di riflessioni sulla prassi traduttiva di autori di lingua francese, del passato e del presente più immediato, a volte poco conosciuti dal pubblico italiano. Un processo già avviato nell’anno accademico 2018/2019 per la lingua spagnola e russa.

Esaminare casi ed esempi letterari sono, per lo studente in Mediazione Linguistica, opportunità fondamentali per capire lessico e meccanismi linguistici in gioco e costruire un sapere professionale da poter applicare anche in settori tecnici. Infatti, la letteratura offre una varietà di registro e di discorso che gli altri domini dell’attività umana utilizzano in modo più settoriale, ristretto.

La “questione di stile” è l’altro focus del problema traduttivo nel passaggio dalla lingua straniera, altra, con le sue regole e i suoi obblighi, all’italiano. L’italiano ha infatti altrettante regole, necessità sintattiche e… stilistiche. Dunque, riflettere sullo stile permette di costruire una consapevolezza linguistica, altra e sua, per far sì che il testo tradotto sia direttamente fruibile da chi lo riceve e lo legge.

 

I RELATORI:

Prof.ssa Ida Porfido: professore di Lingua francese presso il Dipartimento LeLIA (Lettere, Lingue, Arti. Italianistica e Culture comparate) dell’Università degli studi di Bari “Aldo Moro”. Ha studiato e effettuato Ricerche su Jules Vallès e Octave Mirbeau presso le università di Bari e di Paris III-Sorbonne nouvelle. Il focus della sua ricerca è su temi e problemi riguardanti la traduzione sia all’interno di opere letterarie francesi, come nell’introduzione Contro Balzac di Sainte-Beuve nel 2007 (Bari, B.A. Graphis) – di cui ha curato la traduzione in italiano), o intersemiotiche come nell’articolo del 2010 Traduire pour la scène. L’impegno di ricerca è sempre stato accompagnato dall’attività di traduttrice di autori francesi contemporanei, Anima Motrix di Arno Bertina nel 2008, L’ingordo di Maryline Desbioles nel 2016, oltre ad un “classico” francese: Germinal di Emile Zola, nel 2004. Le sue riflessioni sull’attività traduttiva hanno trovato una presentazione sistematica e organizzata nella più recente opera La traduzione: una questione di stile (Lecce Pensa MultiMedia, 2017).

Prof.ssa Sylvie Anne Pollastri: docente di lingua francese del corso di Laurea in Mediazione Linguistica presso la SSML Nelson Mandela di Matera. Dopo un Dottorato di Ricerca in Storia Medievale presso l’Università di Paris X-Nanterre (1994), svolge un lavoro di ricerca e pubblicazione di testi medievali presso la Fondazione Camillo Caetani di Roma (1996-2006) e l’Università di Basilicata come assegnista di ricerca (2004-2004), per poi orientarsi verso l’insegnamento del Francese come Lingua Straniera, conseguendo un diploma universitario in Linguistica applicata presso l’Università Grenoble 3-Stendhal (2008). E’ stata Professore a contratto di Lingua e Traduzione francese presso l’Università degli Studi della Basilicata e presso l’Università di Bari “Aldo Moro”. Dal 2013 è ‘Cultore della materia’ in Lingua e Traduzione – lingua francese presso il Dipartimento LeLIA dell’Università di Bari “Aldo Moro” per la traduzione letteraria e lingua e cultura. È stata Lettrice Madrelingua francese presso l’Istituto Universitario Orientale (1991-1992) e l’Università degli Studi di Bari (1990-1991, 2011-2014). È membro dell’Associazione degli Ex Allievi dell’Istituto Italiano per gli Studi Storici Benedetto Croce e dell’Associazione per gli Studi Normanni-Svevi. I sui campi di ricerca sono: Linguistica applicata: acquisizione del lessico e costruzione del sapere linguistico; Traduzione Interlinguistica e fenomeni d’interferenza linguistiche. Nell’ambito della storia Medievale: la costituzione dei lignages e degli stati feudali nel Regno di Napoli sotto gli Angioini. Principali pubblicazioni linguistiche: S. Pollastri, R. Spiezia, Formes, Styles et Sens… Pour un apprentissage progressif du français, 2011; Lire et dire. Stratégies de lecture et d’écriture en FLE, 2013; Lire. Comprendre. Reformuler. Français de spécialité et société, 2015.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *